oggetto: CS0035 – Caso D’Amico-immigrazione-Venier

Lecce 12/02/2024

          Io sottoscritto, Raffaello Villani, presidente dell’Associazione Nazionale Musulmani Italiani aps, detta “ilMinareto”, prende posizione su avvenimenti accaduti in questo fine settimana durante la kermesse canora italiana che si svolge ogni anno a Sanremo.

          Contestiamo e non approviamo con tutte le nostre forze il grave atto di censura e oscuramento avvenuto nei confronti del cantante Dargon D’Amico, che nell’esporre problematiche sull’immigrazione, è stato trattato in modo più che sgarbato, maleducato e razzista da parte dell’anchorman Venier.

Come Associazione non tolleriamo che chi non ha avuto mai a che fare con il mondo dell’accoglienza, dimostrato innegabilmente dal suo comportamento, possa offendere con la censura e la sgarbatezza chi fugge da condizioni pericolose e poco dignitose in cerca di una vita migliore.

Alla Venier consigliamo di recarsi presso dei centri di accoglienza, sulle coste libiche, percorrere le tratte dell’immigrazione, nei luoghi da dove i migranti scappano desolati dall’opportunismo occidentale di quale essa fa parte, per comprendere, se riesce, le ragioni per le quali queste persone scappano, in modo che possa chiedere scusa a loro, a tutto il mondo italiano della mediazione che lavora con gli immigrati dando il meglio di se stessi per rappresentare la vera Italia che accoglie e non come quella dimostrata dalla Venier che censura.

Siamo solidali con Dargon D’amico chiedendogli di continuare nella sua opera di sensibilizzazione verso i ragazzi che ascoltano musica, che sicuramente prenderanno in considerazione più lui e le sue canzoni ché i censori che per arricchire il proprio portafoglio perdono di dignità a umanità.

il Presidente

Hits: 1068