Ha detto “Talaqa”, cosa faccio?

Pubblicato da Staff il

Mi è stato detto "talaqa",
cosa faccio?

Ci è stato chiesto da una signora:

Ho litigato con mio marito, e lui, mi ha ripetuto nella rabbia “talaqa” una prima volta e poi è uscito di casa, al ritorno in casa ci siamo di nuovo arrabbiati e io con il mio insistere lui ha ripetuto di nuovo il “talaqa“.

Quindi me l’ha detto due volte nell’arco di una giornata.

Il giorno dopo, sono intervenute le famiglie, e ci siamo riappacificati.

Nessuno, però, sa di questo fatto. ora devo considerare il mio matrimonio finito oppure no?

La parola “Talaqa” ha un chiaro significato nella giurisprudenza musulmana, è significa divorzio. Quando è detta, indipendentemente se in situazione di calma e o rabbia, le persone se ne devono prendere la responsabilità.

Per ovviare a situazioni spiacevoli, che possono incappare, infatti, nella sua misericordia, Dio l’Altissimo, tramite gli enunciati del nostro Profeta, che Dio lo abbia in gloria, ci ha ordinato che il divorzio è effettivo nell’Islam, quando il marito ripete per ben tre volte e in modo chiaro e netto la parola “talaqa“.

Se il marito lo dice una volta, egli divorzia dalla moglie, però per legge, può riprendere a vivere insieme, e il divorzio si annulla da solo; se lo fa per un’altra volta, la seconda, egli sempre divorzia, ma ha ancora la possibilità di rimediare e di ovviare a quello che ha fatto, riprendendo a vivere da marito e moglie annullando di nuovo il divorzio. Ma se il marito lo dice per la terza volta, il divorzio non può più essere annullato, e quindi la coppia risulta scomposta, e per tornare indietro, essa deve sottostare alle leggi usuali della giurisprudenza islamica.

In questo caso, quindi la signora e suo marito, possono stare tranquilli, che davanti a Dio, il Saggio, che il loro matrimonio è ancora valido

Categorie: Fatima

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *