Rappresentanza al palio di Camposano per ANMI e Dipartimento Fatima

0
300
spot

L’associazione ANMI e dipartimento Fatima è stata invitata a Camposano, comune a sud della provincia di Napoli, alla manifestazione internazionale il “Palio del Casale“.

Un avvenimento che si svolge da ben 14 anni e rievoca una disputa tra uomini per una donna. Il palio degli asini fu scelto come gara per accaparrarsi il diritto, dei giovani, a corteggiare la più bella ragazza del casale di Camposano.

La manifestazione, si svolge in due gironi: il primo, si presentano le delegazioni che partecipano, con una sfilata serale in costume d’epoca dello staff dell’evento mentre il secondo giorno, vi è la gara degli asini ufficiale, preceduta da una sfilata, oltre del gruppo dello staff, anche di tutte le delegazioni partecipanti che sfoggiano i loro abiti tradizionali.

Quest’anno oltre a quasi tutte le regioni italiane, erano presenti alcune delegazioni internazionali: quella del Pakistan, della Croazia e come prima volta quella del Marocco.

ANMI, oltre ad essere stata invitata come fratellanza e dialogo tra diverse culture, ha avuto l’onore di essere considerata come delegazione del Marocco, poiché il presidente Raffaello Yazan Villani, ha stretto legami sia di amicizia e fratellanza con molti marocchini residenti in Italia e nel regno del Maghreb e sia di lavoro e studio con autorità e scuole religiose marocchine. Ma il pezzo forte è stata la vice presidente di ANMI e presidente responsabile di dipartimento Fatima al Fihriya: Khadija Hajou, marocchina residente in Italia.

   

La presidente è stata scelta dal direttivo dell’associazione come capo delegazione partecipante al palio, ed ha rappresentato anche il città di Casablanca.

La vice presidente ha ufficializzato la nostra presenza con i saluti ufficiali, è intervenuta sul palco e con le delegazioni, ha dialogato con le autorità comunali (sindaco onorevole Barbato) e con la rappresentanza dell’associazione Iside che è la promotrice del palio.    

In più dipartimento Fatima, ha offerto il suo apporto per portare le tradizioni del Marocco culinario in questa manifestazione, preparando e offrendo un ottimo couscous.

L’entusiasmo è stato grande sia da parte degli organizzatori sia da parte delle delegazioni partecipanti e del pubblico, tanto da convincerci a partecipare un’altra volta all’evento, a Dio piacendo.

 

 

Video saluti Finali:

 



LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here